Blog.it - Donna

Il preservativo femminile esiste: l’hai mai usato?

Se ne parla poco, ma tra i vari contraccettivi esiste anche il preservativo femminile. Vediamo tutte le sue caratteristiche.

Nell’immaginario comune il preservativo è associato perlopiù al genere maschile, eppure questo dispositivo è utilizzato anche dalle donne seppur in modo minore rispetto ad altri metodi anticoncezionali.

Il preservativo è costituito da due anelli flessibili tenuti insieme da una guaina ed uno dei due anelli è chiuso ermeticamente all’estremità. Come il corrispettivo maschile è monouso e può essere inserito qualche ora prima del rapporto, e non va per forza estratto subito. Tale dispositivo permette non solo di prevenire gravidanze indesiderate ma anche di proteggersi contro malattie sessualmente trasmissibili come Hiv ed epatite.

Come si mette?

Non bisogna preoccuparsi di come utilizzare questo dispositivo, perché basta un po’ di pratica per riuscire ad indossarlo con precisione. Anzitutto è bene detergere le mani prima dell’utilizzo dello stesso, perché entreranno in contatto con le parti intime. Come detto in precedenza il preservativo ha una forma cilindrica e alle estremità presenta due anelli. Per prima cosa bisogna aprire le labbra vaginali con una mano, così da semplificarne l’inserimento, dopo di che la parte chiusa del profilattico deve essere inserita all’interno della vagina, utilizzando un po’ le dita per accompagnarlo lungo il canale. La parte aperta invece, va srotolata e posta sulla zona dei genitali esterni.

Pagina successiva

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most discussed